News, Inigo in radio con Osare: “Un rullino fotografico che avevo dimenticato”

News, Inigo in radio con Osare Un rullino fotografico che avevo dimenticato

Musica, News, Intervista Esclusiva; Inigo è in rotazione con il brano Osare: “Un rullino fotografico che avevo dimenticato da qualche parte”.

Musica, News, Intervista Esclusiva; Inigo questa estate ha deciso di proporre per questa estate 2017 un brano che racconta la bellezza dei ricordi ma non solo… Osare incita ad andare oltre le apparenze, oltre i nostri limiti, oltre tutto ciò che ci circonda.

Inigo per il brano Osare ha scelto un sound pop che però riesce a lasciar spazio agli strumenti acustici, come possono confermare anche i riff continui di chitarra che fondono le loro basi nel rock. Quello che più stupisce però della canzone Osare è quel tocco musicale dal sapore heavy rock. A raccontarci tutto nel dettaglio è stato lo stesso Inigo in occasione di un’intervista rilasciata a noi di New Feeling.

Osare… Cos’è per Inigo “osare”?

Se mi concedete una metafora “Osare” è una sorta di rullino fotografico che avevo dimenticato da qualche parte e che una volta ritrovato ho deciso di sviluppare.

Dal video si evince un cambio di ruolo dei protagonisti, interpretabile quasi come una rivelazione. Cosa racconta nel dettaglio questa tua canzone?

In realtà la canzone e il videoclip viaggiano su due binari apparentemente paralleli, sembrano non toccarsi mai ma in realtà il punto d’incontro c’è ed è sicuramente il concetto di “Osare”. Il videoclip è abbastanza chiaro nella sua narrazione, una coppia che non è dato sapere se di amici o di fidanzati decide di scambiarsi i ruoli per una notte, è una sorta di fuga da se stessi per provare a ritrovarsi. La canzone invece ripercorre delle tappe che in un modo o nell’altro credo abbiano fatto parte della vita di tutti, ti mette davanti a degli “sliding doors”, ti pone degli interrogativi ma ad un certo punto ti giustifica ed improvvisamente non ti fa più guardare indietro con quel senso di angoscia dato dal tempo che passa inesorabile ma ti porta di colpo in una dimensione di romantica nostalgia. E’ un pezzo che arriva di più per ovvi motivi a chi ha già superato i 30 anni, gli under 30 sono ancora nella fase dell’aprire “tutte le porte con le mani…”

News, Inigo in radio con Osare Un rullino fotografico che avevo dimenticato

Rock, pop, hard rock… Osare presenta diverse sfaccettature musicali, ci spieghi nel dettaglio quella che più si avvicina di più al brano?
In generale le “catalogazioni” in ambito artistico cerco di evitarle come la peste, se proprio devo, mi definisco un cantautore con un piede e mezzo nel pop, l’altra metà di uno dei due spazia in base a quello che l’emotività della canzone richiede. “Osare” nello specifico è un pezzo pop con delle chitarre elettriche. Quando dici “hard rock” molto probabilmente ti riferisci alla coda del pezzo, ci sono due giri di voce e chitarra acustica, ripeto come un mantra “chi è causa del suo mal rida lo stesso” e per enfatizzare il concetto nei due giri successivi entra una chitarra elettrica distorta insieme al basso e alla batteria, ecco, in questo caso la metà di uno dei due piedi è uscita un po’ fuori dal recinto pop, ma neanche più di tanto. 
Quali sono i tuoi impegni per questa estate?
L’estate per me e la band è iniziata abbastanza presto quest’anno, infatti da Maggio è partito l’Ho smesso Tour” che ci ha portato in giro per l’Italia fino a Giugno inoltrato. Abbiamo fatto una decina di concerti e probabilmente qualcosa uscirà ancora in corso d’opera. Intanto ci prepariamo all’uscita del mio “Terzo disco d’esordio” che molto probabilmente vedrà la luce in autunno e da lì ripartiremo con i concerti.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *