Intervista Esclusiva, Rosaria Razza del film Girotondo: La grande bellezza di Sorrentino è…

Intervista Esclusiva, Rosaria Razza del film Girotondo La grande bellezza di Sorrentino è

Musica, News, Intervista Esclusiva; L’attrice Rosaria Razza del film Girotondo si racconta in musica. “Film come La grande bellezza di Sorrentino sono un mix perfetto di immagini e musica.

Musica, News, Intervista Esclusiva; L’attrice Rosaria Razza ha deciso di raccontarsi in esclusiva su New Feeling. L’artista, presente nel film Girotondo insieme a Erika Marconi, è pronta per la sua nuova avventura cinematografica iniziata ufficialmente lo scorso 22 giugno.

Rosaria Razza ha raccontato quali sono le sue canzoni preferite ma non solo… C’è qualcosa che la lega particolarmente al film di Paolo Sorrentino, La grande bellezza, scopriamo insieme di cosa si tratta.

Musica e Film… Possono coesistere l’una senza l’altro? 

Musica e immagini possono coesistere l’una senza l’altra. Tuttavia, trovo che le musiche siano un elemento sostanziale in un film, sollecitano l’aspetto emotivo, permettono alle immagini di danzare, di fermarsi e toccare quelle corde più o meno scoperte. Penso a “C’era una volta in America”, “La grande bellezza” di Sorrentino ecc… Sono un mix perfetto di immagine e della musica, capace di regalarmi emozioni uniche. Secondo me la musica riesce a donare alle immagini quel qualcosa in più che riesce a colpirci nel profondo. 

Quali sono le tre canzoni che più ti rappresentano come persona?

Tre canzoni che mi rappresentano? Premetto di essere molto intimista, quindi “Ovunque proteggi” di Vinicio Capossela, “Cosa sarà” di Lucio Dalla, “Amor perduto” di Fabrizio De Andrè. Meno male me ne hai chiesto solo tre… (Ndr. Sorride)

Vinile, casetta, cd o digitale, come preferisci ascoltare musica?

Premetto che adoro la musica in generale, infatti posso davvero considerarla una quotidiana compagnia. Il mio i pod e le cuffie infatti sono sempre con me, ma sentimentalmente sono legata alla musicassetta.

Cosa caratterizza il tuo personaggio in Girotondo?

I personaggi che ho rappresentato sono 2, agli antipodi. In un primo momento sono analista terapeuta e dopo sono il paziente in analisi. Quest’ultimo è un ruolo che sento particolarmente perché tempo sono stata in analisi e quindi conosco benissimo quali emozioni si possono provare. Detto ciò non affermare che interpretare questo personaggio sia stato più semplice… Ma devo ammettere che è un “vestito”che ho indossato con più facilità rispetto al primo.

Cosa pensi delle colonne sonore di Girotondo?

Beh, trovo che le colonne sonore possano comunicare…. “Che la musica abbia inizio, buona visione”. 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *