Intervista Esclusiva, Rossella Aliano Blood Moon: Un mondo tutto tende a rubarti l’anima

Intervista Esclusiva, Rossella Aliano Blood Moon: Un mondo tutto tende a rubarti l’anima
Intervista Esclusiva, Rossella Aliano Blood Moon: Un mondo tutto tende a rubarti l’anima

Musica, News, Intervista Esclusiva; Rossella Aliano dalla Sicilia con furore? L’artista presenta su New Feeling il brano Giuda, contenuto nell’album Blood Moon.

Musica, News, Intervista Esclusiva; Rossella Aliano ha deciso di presentare la sua ultima creatura musicale ad un pubblico molto più vasto, infatti il brano Giuda è perfetto per un panorama musicale internazionale! Ciò che più contraddistingue il mondo della musica, infatti, è proprio questa lunga ampiezza di raggio, coinvolgendo anche nazioni di verse…

Rossella Aliano non a caso è un’artista che non punta a restare circoscritta in pochi confini, proprio come possiamo evincere dal suo brano Giuda che si presenta con un arrangiamento pop elettronico tipo dei film fantasy statunitensi. Quanto detto è stato confermato anche dalla stessa artista che ha fatto un’esplicito riferimento al film Matrix durante l’intervista rilasciata in esclusiva a New Feeling.

Un arrangiamento pop elettronico e una voce arricchita da effetti… Come mai la scelta di questo tocco di particolarità per Blood Moon?

Il pezzo è stato concepito nella mia mente già in chiave elettronica e ho cercato di realizzarlo quanto più in maniera fedele per come lo avevo concepito. L’atmosfera credo sia fondamentale in un brano, evocare quanto più possibile quello si sta raccontando, e trattando  tematiche contemporanee non potevo che utilizzare suoni particolari di synth o effetti per creare quell’aria “post atomica” come qualcuno l’ha definita. 

Da cosa è stato ispirato questo brano?

Dal mondo che mi circonda, un mondo tutto tende a rubarti l’anima a farti connettere col virtuale e a disconnetterti dalla coscienza. Ci attacchiamo alla tecnologia nel tentativo disperato di colmare un vuoto quando in realtà stiamo creando una voragine. È il gioco della grande illusione, un po’ come nel film “Essi vivono” o “Matrix”.

Stai già lavorando alla realizzazione di un album? Ti va di raccontarci un po’ in che direzione si sta muovendo la tua carriera?

Ho tanti altri brani nel cassetto, sicuramente ci sarà un terzo disco, ma ancora è presto per pensarci; per adesso mi godo il feedback di questo lavoro, il tour con i ragazzi del Blood Moon project. Le radio stanno parecchio apprezzando il singolo “Giuda” , non so che direzione possa prendere la mia carriera, tutto può succedere.

C’è un artista, che più di altri, ha influenzato la tua arte?

Ascolto generi musicali e artisti molto diversi tra di loro, spazio dall’elettronica, al cantautorato, dal rock alla musica classica, mi soffermo là dove qualcosa mi si smuove a livello emozionale. Tutto viene filtrato attraverso il mio sentire, quando scrivo inevitabilmente sono influenzata dagli ascolti, ma non c’è un artista in particolare che prendo come punto di riferimento, se succede non lo scelgo, capita. 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *