Fabrizio Moro: la musica, le parole…e la sua nuova veste di “cantautore”

Ci sono canzoni scritte da musicisti impensabili, un esempio pratico sono “Dimentico tutto” di Emma Marrone scritta da Nesli, “Adesso e qui (Nostalgico presente)” di Malika Ayane scritta e composta anche da Giovanni Caccamo oppure il brano “Vivendo adesso” di Francesco Renga scritto e composto da Elisa.

Uno dei cantautori “inimmaginabili” è Fabrizio Moro che tutti abbiamo conosciuto con la vittoria nella categoria giovani del Sanremo del 2007 con “Pensa”, dedicato alle vittime della mafia.

Moro nell’arco degli anni è sempre stato molto geloso della sua musica decidendo così di comporre e scrivere solo per se, poi però qualcosa cambia durante il suo cammino artistico.

Gli Stadio sono stati primi a notare la particolarità musicale di Fabrizio Moro. Gli artisti si conoscono e avviano così una collaborazione culminata nel 2009 con la pubblicazione del brano “Resta come sei”, scritta e composta da Fabrizio Moro. Ascoltandolo si nota subito la vena poetica del cantautore perché il brano ha questo attacco lento con una musica pop, ma quando ci avviniamo al  ritornello e la canzone esplode!

L’esordio di Fabrizio Moro come cantautore per altri cantanti però avviene con Noemi, collega e amica che riesce a convincerlo a scrivere per lei. Dopo svariati tentativi Noemi ottiene non uno ma ben due canzoni scritte da Moro, “Sono solo parole” e “Se non è amore” che si trovano all’interno dell’album “RossoNoemi”.

In questo caso però la cara Noemi furbamente decide di portare “Sono solo parole” alla sessantaduesima edizione del Festival Di Sanremo. Sin dal primo ascolto del brano “Sono solo parole” si evince subito che non ha il classico stile di Noemi che siamo abituati a sentire. Quando viene rivelato che la canzone è scritta e composta da Fabrizio Moro tutto diventa chiaro.

All’epoca la canzone ha riscosso un immediato successo e Noemi a fine Sanremo si aggiudicò la terza posizione del podio e a distanza di pochi giorni lo stesso Moro, ospite di Radio 2, si esibisce cantando “Sono solo parole” accompagnato dalla chitarra acustica.

Il video viene messo immediatamente online su YouTube facendo partire così quasi una sfida: qual è la versione del brano che preferite?

Un vero vincitore della competizione “quale versione preferite” non c’è mai stato perché all’ascolto sembrano due canzoni quasi totalmente diverse.

La voce dei due cantanti è apparentemente diversa ma in se hanno qualcosa di molto simile, come questo tono graffiato che esplode con degli acuti pazzeschi.

Lo stesso enigma si propone anche con il brano “La mia felicità” che Fabrizio Moro ha scritto per Emma Marrone ma con una sottile differenza: il confronto vocale fra i due questa volta non c’è perché hanno una voce completamente diversa l’uno dall’altra, cosa che ha permesso a Emma di fare il brano totalmente suo.

Questa canzone purtroppo però non è mai andata in rotazione nelle radio italiane ma è comunque contenuta nell’album “Schiena” di Emma pubblicato nel 2013.

Fabrizio Moro quest’anno però arriva di nuovo a Sanremo come cantautore ma in una veste totalmente nuova.

Negli ultimi tempi è nata una strana amicizia fra Fabrizio Moro e Valerio Scanu, i due comunque arrivano da generi musicali diversi come lo sono le loro voci. Il brano che battezza il loro sodalizio artistico è “Finalmente Piove”.

Anche in questa canzone però troviamo lo stile inconfondibile di Fabrizio Moro caratterizzato da queste strofe con un ritmo quasi lento che incalza man mano per esplodere al ritornello.

Quest’ultimo Festival di Sanremo per Valerio Scanu rappresenta davvero un punto di rinascita, sopratutto artistica. La canzone scritta da Fabrizio Moro calza perfettamente per le sue corde vocali e lo stesso Scanu riesce a dare quel tocco in più accompagnandosi con il pianoforte.

Di questo brano però non siamo ancora riusciti a sentirne la versione cantata da Fabrizio Moro, chissà se dovremmo aspettare ancora molto…

See you at the next review music……

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *